FAQ Metodo Aviva!

Risposte alle domande più comuni

Mi arrivano spesso delle domande sul Metodo Aviva, ne ho raccolte alcune, leggete:

Chi ha inventato il Metodo Aviva?

La ginnastica del Metodo Aviva è stata inventata da Gabriella Steiner (nel certificato di nascita originale Gabriella Fazekas), nata a Budapest (Ungheria) nel 1930. Viene da una famiglia sportiva, ebrea e vegetariana. Fino al 1946 ha vissuto a Budapest poi è stata portata in Israele dove si è laureata come insegnante di educazione fisica e danza classica. Adesso vive ancora in Israele, a Tel Aviv.

Come ha scoperto una ginnastica che aiuta a risolvere tanti problemi ginecologici?

Aviva inventava degli esercizi ginnici per il suo gruppetto di donne. Cercava degli esercizi che le sue allieve potessero fare facilmente, che non stancassero troppo. Man mano che faceva le lezioni, ha notato che ha avuto sempre meno donne. Quando sono rimaste solo le più anziane, ha chiesto: “ma da dove sono finite le altre?” Queste hanno risposto che le altre donne sono rimaste a case perché è arrivato loro il ciclo. Da ha iniziato a domandarsi se magari erano i suoi esercizi a fare questo effetto. Poi man mano che andava avanti, ha osservato gli esercizi e il loro risultato: chi ha avuto problema con il ciclo, si metteva a posto. Ad altre i dolori erano spariti, chi soffriva di irregolarità ha avuto il ciclo normale, chi ha avuto difficoltà ad avere bambino, rimaneva incinta. Quelle donne che avevano le tube chiuse, miracolosamente si sono aperte, chi era in sovrappeso per causa ormonale, iniziava a perdere peso e anche l’appetito calava. Ha notato inoltre che la stitichezza spariva, così come vari sintomi della menopausa.

Come funziona?

Dopo tanti anni di ricerca ed osservazione del Metodo, Aviva ha scoperto che alcuni esercizi chiudendo le scapole stimolano il nervo dell’ipofisi che comanda l’apparato genitale.

Questa ginnastica fa stringere forte i pugni, così il sangue circola molto di più. Molti esercizi si fanno con uno scatto del bacino sciogliendo eventuali blocchi in quella zona (come la danza del ventre! Anche queste ballerina hanno buoni risultati).

Praticando il Metodo, apportiamo un riscaldamento sopra le tube ovariche;

questo aiuta la circolazione del sangue in quella zona, ad accelerare le ovaie (ideale per chi sta andando in menopausa precoce o ha un’ovaia che non funziona bene o soffre di anovulazione, etc.). Il riscaldamento inoltre aiuta ad aprire le tube chiuse e fa scogliere il dolore del ciclo.

Alcuni esercizi fanno fare dei battimenti con il tallone e anche questi portano una vibrazione dentro il corpo. Le vibrazioni provocate, non sono così forti come una pedana vibrante, ma fanno svegliare e sciogliere eventuali blocchi ed aumentano il livello di estrogeno nel sangue. Poi facciamo comprimere la “Zona di lavoro”, come la chiama Aviva, nell’apparato genitale. Il Metodo funziona come una ginnastica intima, è utile anche nella prevenzione dell’incontinenza ed aiuta a ritornare alla normalità dopo un parto.

Sulle mani e sui talloni ci sono dei punti contemplati dalla riflessologia da cui anche la ginnastica di Aviva sa trarne vantaggio; provocando questi punti particolari si ottengono ottimi risultati.

Questi esercizi fisici sono abbastanza veloci, spinti, non come lo yoga e il pilates.

La velocità fa accelerare la circolazione del sangue ovunque ordinando al cervello di stimolare la secrezione di più ormoni ovunque.

La ginnastica è molto facile da praticare e porta allegria.

Il Metodo Aviva: è difficile da imparare? Chi può impararlo?

Questa ginnastica è molto facile da svolgere e porta il buon umore, è consigliata dai 16 anni fino oltre i sessanta! Il Metodo è valido anche per la coppia (causa infertilità!)!

Il Metodo Aviva aiuta anche gli uomini?

Certo, anche l’apparato genitale maschile inizia ad accelerare la sua attività con questa ginnastica, ottenendo un aumento sia in quantità che in qualità degli spermatozoi.

Quanto impegno serve per imparare il Metodo Aviva?

Il Metodo si impara in una sola lezione di circa 4 ore intervallate da piccole pause. Alla fine del corso ti lascio un manuale con la descrizione e con delle foto degli esercizi! Così sarà facile praticarli a casa!

Quanti esercizi ci sono?

Il Metodo Aviva base (I. livello) è composto da due Metodi. Il Metodo Semplice ha 18 esercizi, mentre il Metodo Abbreviato ha solo 11 esercizi.

Quanto tempo mi occupa quando pratico a casa?

Chi ha imparato il Metodo Aviva ci mette mezzoretta o 15 minuti, dipende quale metodo si sceglie.

Quante volte si pratica?

Almeno 2 volte alla settimana. La costanza aumenta il livello di estrogeno e porta benefici al corpo. Invece chi non pratica regolarmente, come tante altre cose nella vita, difficilmente potrà ottenere ottimi risultati. Costanza è la parola chiave del Metodo Aviva.

Aviva dice che nei casi gravi si può praticare ogni due giorni.

Anche durante il ciclo posso imparare o esercitarmi?

Certo, non ci sono problemi; anzi di solito migliora corpo e diminuisce il dolore (per chi ce l’ha).

Chi non può fare il Metodo Aviva?

Il Metodo è sconsigliato a chi ha un tumore, febbre, gravidanza rischiosa o ha un’ernia uscita.

Che cosa serve per praticare?

Solo un tappeto da ginnastica, doppi calzini caldi non antiscivolo e un piccolo spazio.

Oltre alla ginnastica, a che cosa dovremmo stare attenti?

Aviva viene da una famiglia vegetariana. Se la ginnastica ormonale viene accompagnata da un’alimentazione sana, più basica con poca carne, pochi carboidrati e ricca di fibre, minerali, vitamine (come verdure, frutta, semi e germogli), il risultato non mancherà.

Che casi di successo ci sono stati?

Insegno il Metodo dal 2011 e ne ho avuti tantissimi. Per esempio:

Ciclo doloroso

Ciste gravidanza

PCO gravidanza

Tube chiuse

Menopausa

Quando non arriva il 2° figlio

Address:
Corsi anche ONLINE
Phone:
Sentiamoci su appuntamento
Email:
ildi@metodoaviva.it