Voglio un bambino!

Rapporto tra infertilità ed evoluzione

stress causa dell'infertilità 1

Sapiamo tutti che nel mondo della natura comandano le leggi dell’evoluzione e che in questo ordine non fa eccezione nemmeno l’uomo.
L’uomo si allontana sempre di più e vive nell’eterodossia della natura, conosce le leggi della natura, si è evoluto e così pensa di poter andare contro natura. Ma anche noi uomini non siamo infallibili.

L’infertilità ha a che vedere con le leggi della natura?
Ci sono tante domande su cui discutere, ma prima facciamo chiarezza:
il significato di infertilità.
Può darsi che il corpo umano abbia una giusta causa per non rimanere incinta?
E c’è la possibilità che l’infertilità non sia una colpa ma un “messaggio di errore”, una risposta a certe condizioni di salute?
Potrebbe essere che l’infertilità sia una protezione per la mamma è per il bambino non ancora nato?
Durante l’evoluzione il corpo umano ha elaborato una risposta ad un contesto pericoloso in cui non è proprio consigliato portare avanti una gravidanza e fare dei figli.
Ma quali sono i casi pericolosi che bloccano la riproduzione?
Generalmente lo stress; lo stress può essere sia biologico che psicologico, qualsiasi esso sia, la risposta è la stessa: aumenta l’ormone di liberazione della corticotropina (abbreviato in CRH dall’inglese Corticotropin-releasing hormone ) ed avvia l’ormone cortisolo che si riflette sul sistema immunitario e sul sistema riproduttivo.

Lo stress biologico di solito è causato da errori di alimentazione: sottopeso o sovrappeso. Dietro al sottopeso spesso si trovano delle intolleranze (per es. celiachia, diabete).
Senza essere curati questi problemi possono avviare dei casi di autoimmunità e creare delle malattie da carenza (vitamine, minerali, etc.). E come risponde il corpo a tutto ciò? Tante volte con l’infertilità.
In caso di sovrappeso viene secreto un ormone, la leptina, il cui elevato valore potrebbe essere causa di infertilità.
Nella categoria dello stress biologico fanno parte anche le attività estreme, lo sport faticoso ed esagerato, in quanto viene a mancare un ottimale pannicolo adiposo necessario per la fertilità. Anche questo caso è una selezione naturale, le donne rimangono incinta solo quando il corpo ha tutti i nutrienti per la fetazione.
Concludendo, il rapporto tra tessuto grasso/peso e l’alimentazione (apporto calorico) sono fattori decisivamente importanti per la gravidanza. Per quello sarebbe ideale controllare la  celiachia e l’insulina resistente nei casi di infertilità.

Lo stress psicologico.
Si è già parlato molto dello stress, della depressione, della disforia, di traumi, di conflitto  latente come cause di infertilità.
Dobbiamo parlare anche di “attaccamento”, il “legame sicuro” che si crea tra il bambino e la mamma durante allattamento con l’ormone ossitocina e che poi si sviluppa anche con l’esempio dei genitori. Questo modello ce lo portiamo dietro quando cresciamo e vogliamo costruire una famiglia. Per la riproduzione serve il legame sicuro fra la coppia, che la donna sia fedele e che l’uomo investa nel mantenimento dei figli. La maggior parte delle società prevedono la monogamia e questo, dal di punto di vista dell’evoluzione, può essere un freno, visto che è inaccettabile avere numerose partner per fare figli. Per questo motivo se fra la coppia non ha un legame sicuro, si può già considerare un tipo di infertilità.

Ma la infertilità ha spesso tante concause, una non esclude l’altra, sappiamo che il corpo e l’anima sono inseparabili; se c’è un qualsiasi problema meglio considerare tutti e due i tipi di stress e pensare in maniera olistica.

 

12 novembre 2011

Add Comment

Address:
Corsi anche ONLINE
Phone:
Sentiamoci su appuntamento
Email:
ildi@metodoaviva.it